Archivi

28-29 n.s./2021
AL GREMBO DELLE PAROLE

atque_28_29_2021_coperta_piatto

a cura di Maria Ilena Marozza e Paolo Francesco Pieri   Intorno agli aspetti germinativi dell’esperienza estetica, con specifici riferimenti alla talking cure. In forma di dizionario – Paolo Francesco Pieri / Prefazione – Maria Ilena Marozza e Paolo Francesco

Pubblicato in Fascicoli

Cura e parola: un intreccio necessario

di Enrico Ferrari
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 41-55

1-dsc_0263

La storia ufficiale della talking cure prende avvio quando Anna O. sperimenta che la parola può far superare il mutismo della perdita. Del resto, un po’ temerariamente, possiamo anche affermare che, se l’uomo non sperimentasse la perdita e la caduta,

Pubblicato in Articoli

I tre paradossi della traduzione psicoanalitica

di Giuseppe Martini
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 57-78

2-dsc_0261

Il linguaggio è sicuramente lo strumento principale attraverso cui si svolge l’esperienza psicoanalitica, ma non è terapeutico di per sé. I fattori terapeutici vanno ricercati piuttosto nella trasformazione emozionale che esso consente. Per questo la psicoanalisi, più che una talking

Pubblicato in Articoli

Parole che immaginano

di Roberto Manciocchi
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 79-100

3-dsc_0265

L’articolo centra la propria attenzione sulle attuali proposte in merito all’impresa psicoterapeutica che, uscite da una visione “disvelante”, descrivono la loro pratica come un mettere in forma, un mentalizzare, un dar voce agli aspetti affettivi e sensoriali della relazione presente

Pubblicato in Articoli

“A me piace sentire le cose cantare”. Variazioni sul tema dell’esperienza tra psicopatologia e filosofia

di Angiola Iapoce
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 101-113

4-dsc_0263

Si vuole mettere a tema il ruolo che svolge il linguaggio nella relazione che la fenomenologia ha consegnato tra manifesto e latente, tra essenza e accidente. Il focus è posto sull’esperienza in quanto momento fondante l’essere umano e dimensione fondativa

Pubblicato in Articoli

Resti inesprimibili. Transiti estetici nella talking cure

di Maria Ilena Marozza
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 115-134

1-dsc_0263

Nelle diverse teorie del linguaggio che hanno sostenuto la pratica della talking cure è rimasto sempre problematico un punto che riguarda il modo di intendere ciò che non è dicibile: quegli aspetti che stentano a entrare in una dinamica virtuosa

Pubblicato in Articoli

Musica, parola, gesto: lo “sguardo attraverso”

di Silvano Tagliagambe
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 137-178

2-dsc_0261

La “talking cure” è un metodo di trattamento che opera attraverso uno “scambio di parole”. Molti ricercatori insistono sull’importanza fondamentale dell’uso del linguaggio nei processi terapeutici e sottolineano che “l’idea stessa” della psicoterapia si basa sul presupposto che sia possibile

Pubblicato in Articoli

L’identità di terribile e felicità: sublime, sublimazione e unisono nell’arte e nella psicoanalisi

di Giuseppe Civitarese
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 179-207

3-dsc_0265

L’estetica del sublime e il concetto psicoanalitico di sublimazione, opportunamente riletto, possono interagire in modo da illuminarsi reciprocamente. Ciò che otteniamo è, da un lato, una comprensione più penetrante dell’essenza dell’esperienza estetica nell’arte, dall’altro, una visione più convincente di come

Pubblicato in Articoli

Musica involontaria. Il simbolo delle cose nelle cose stesse

di Elena Gigante
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 209-239

4-dsc_0263

Questo lavoro propone una rilettura dell’esperienza analitica in chiave estetica, come “sguardo-attraverso”. La prospettiva filosofica di Emilio Garroni funge da cornice teorica. Si approda a una sorta di realismo trascendentale in cui, pur restando ancorati al mondo sensibile e condiviso,

Pubblicato in Articoli

La cura della parola incurabilis

di Francesco Di Nuovo
«atque», 28-29 n.s., 2021, pp. 241-255

1-dsc_0263

Tema di queste riflessioni è l’avventura che la parola può esperire nelle sue diverse declinazioni di senso: per un verso, la parola stentorea, che si dà sicura, densa di verità incontrovertibili, come ci viene dal Cratilo di Platone o dal

Pubblicato in Articoli
Ricerca Fascicoli e Articoli
Tipo
Anno
Fascicolo